15.1 C
Napoli
giovedì, 2 Dicembre 2021

Europa Creativa, Commissione Ue pubblica report 2019 e pensa al post Covid

La Commissione europea insiste sulla necessità di considerare il settore culturale e creativo come parte essenziale del Piano di ripresa per l’Europa

i più letti

Nel 2019 Europa Creativa ha supportato più di mille progetti nel campo della cultura e dell’audiovisivo, per un totale di circa 190 milioni di euro. Lo rivela l’ultimo report della Commissione UE sui risultati raggiunti dal programma lo scorso anno.

Europa Creativa, cosa è stato finanziato nel 2019?

Nel dettaglio sono 1.375 i progetti finanziati dal programma Europa Creativa nel 2019, 1.156 a valere sul sottoprogramma MEDIA e 219 per il sottoprogramma Cultura.

Per quanto riguarda il sottoprogramma MEDIA, lo schema di finanziamento che ha registrato maggiore successo è quello della distribuzione automatica dei film, con 537 progetti finanziati per un totale di 23,9 milioni di euro. All’ultimo posto troviamo – con un milione di euro e un solo progetto finanziato – l’istruzione cinematografica.

Europa Creativa report bandi 2019 - 1

Passando al sottoprogramma Cultura, la maggior parte dei fondi (30,8 milioni di euro) è stata assegnata a 21 progetti di collobarazione su larga scala, mentre i progetti di cooperazione su piccola scala – sebbene più numerosi (87) – hanno ricevuto 16,2 milioni di euro. Alla fine della classifica si collocano gli accordi quadro per le traduzioni letterarie, con 16 progetti per 1,2 milioni di euro.

Europa Creativa report bandi 2019 - 2

Dal report emerge che il tasso di successo delle proposte presentate non è omogeneo. Nel sottoprogramma MEDIA, infatti, il success rate è stato particolarmente basso per lo sviluppo di videogiochi (22%), di contenuti cinematografici (21%) e per la call ‘Trasmissione digitale della cultura e dei contenuti audiovisivi’ (13%).

Nel sottoprogramma Cultura, invece, il tasso di successo dei progetti di cooperazione è cresciuto progressivamente, grazie alla maggiore disponibilità finanziaria e alla migliore qualità delle proposte presentate.

Chi sono i principali beneficiari di Europa Creativa?

Si tratta prevalentemente di aziende di piccole dimensioni, con le micro-imprese in testa sia nel sottoprogramma MEDIA che Cultura.

In particolare, nel sottoprogramma MEDIA le micro-imprese rappresentano il 71% dei beneficiari, cui seguono le piccole (26%) e le medie imprese (3%). Le grandi aziende, invece, rappresentano lo 0,6%.

Europa Creativa report bandi 2019 - 3

Anche nel sottoprogramma Cultura le micro-imprese sono al primo posto (57,2% delle sovvenzioni per 1.575 beneficiari); le piccole imprese che hanno beneficiato dei fondi UE sono invece 599 (25,6% delle sovvenzioni), mentre le medie imprese sono 418 (5,8% delle sovvenzioni) e le grandi imprese sono 306 (11,3% delle sovvenzioni).

Europa Creativa report bandi 2019 - 4

Grafiche a cura della Commissione europea.

- Advertisement -

Ultimi articoli